CARICAMENTO

Hai già lo sconto Amici di Forchetta?

Parliamo di noi… ma anche di te!

Magari anche tu qualche volta hai fantasticato di mollare tutto e iniziare una nuova vita.
Nasce tutto 10 anni fa, qui tra i monti della Val Trebbia, era l’inverno del 2008…

Da tempo ormai la vita di città ci stava un po’ stretta. Sentivamo il bisogno di aria pura, semplicità e spazi aperti per noi e per i nostri 3 figli, Samuele, Gabriele e Rachele.

Un giorno, mia moglie Laura ed io (Luca), durante una gita in Val Trebbia, ci imbattemmo in un grande chalet immerso nei boschi di Rovegno, in località Fontanelle. Fu amore a prima vista.

“Ehi Luca, ma è una Baita in mezzo ad un bosco! ” Guardai mia moglie Laura “È il posto giusto La! Qui possiamo veramente ripartire da zero e…”

Era l’inverno del 2008 quando decidemmo in un secondo di fare de La Taverna prima la nostra casa, poi un ristorante.

Spesso avevamo fantasticato sul vivere a contatto con la natura, lontano dal traffico e se anche tu almeno una volta ci hai pensato mi puoi capire.

Mollare tutto e ripartire da zero, questo era il senso, eliminare il superfluo e riappropriarsi della semplicità delle cose vere, semplici, fatte con le mani, a misura d’uomo.
Ripartire vivendo della nostra comune passione: La Cucina degli Antichi Sapori.

Bé, non è stato facile il percorso, ma la decisione è arrivata in un lampo.

Ora viviamo nella mansarda de La Taverna con i nostri tre figli e abbiamo un’unica regola in fatto di ristorazione: Niente Fronzoli, Tutta Sostanza.

Ma della nostra cucina te ne parlerò più avanti…

Hai letto fin qua ritagliandoti qualche minuto dai tuoi impegni e questo significa che vedi le cose un po’ come le vediamo noi 🙂
Quindi cosa aspetti? Spegni il traffico e accendi la tua voglia di relax e Antichi Sapori!

Ma ci presentiamo di persona


Surus ci intervista (gennaio 2012)

Volevamo costruire qualcosa di unico, ci siamo riusciti?


Sono passati più di 10 anni da quando abbiamo rilevato La Taverna, rilanciarlo è stata per noi una grande sfida.

Volevamo fare qualcosa di unico.
E, se sei tra coloro che ci seguono da un po’, lo chiedo a te: ci siamo riusciti?
Tu ormai ci conosci, ma a volte per spiegare cos’è La Taverna a chi non ci conosce, è più facile dirgli cosa non è, ecco cosa dico:

Non troverai le tovaglie in pizzo, i bicchieri di cristallo o le porcellane firmate, ma un tavolo rustico, una simpatica tovaglia di carta e una panca di legno consumata dal tempo perché tu possa vivere una giornata in completo relax con i tuoi blue jeans come tra vecchi amici.

No, non possiamo proprio definirci tali, né alla moda né di tendenza, controcorrente si.
Entrare in profondità, riscoprire le radici, comunicare e condividere con te gli antichi valori per mezzo della cucina significa seminare e curare con pazienza una pianta che solo così potrà diventare forte e rigogliosa.

Non abbiamo un menù con termini incomprensibili che fanno apparire un brodo di pollo come la Cappella Sistina dell’arte culinaria.
I ravioli sono ravioli, al massimo Raieu in genovese, il sugo è sugo o Tucco… non ti puoi sbagliare e noi non rischiamo di essere fraintesi.
Il nostro menù (un po’ stropicciato) potrai leggerlo in tutta calma, ma se vuoi, ti raccontiamo volentieri la storia dei nostri piatti.

Proprio no, non troverai il cameriere ingessato col tovagliolo sul braccio a versarti il vino ogni due secondi, ma sorrisi si, i nostri.
Magari potrà capitarti di trovare un giocattolo sotto il tavolo, è dei nostri figli disordinati :), oppure intravvedere nella sala accanto la nonna Marì che stira, perdonaci, continuiamo ad essere una famiglia anche durante il lavoro.

Non che non ci piaccia presentare bene i nostri piatti, intendiamoci, ma la presentazione per noi è dirti che ci teniamo a te, non voler essere a tutti i costi autocelebrativi.
Il tuo piatto sarà abbondante e curato e potrai gustare il sapore vero delle cose fatte con passione.

Andrai via soddisfatto, ma se qualcosa è andato storto, ce lo puoi dire senza problemi, rimedieremo all’istante.
Mettersi costantemente in discussione ci ha permesso di crescere ed imparare e di strada ne abbiamo ancora molta da fare.

La sintesi è proprio questa.

Vogliamo farti sentire a casa, accoglierti come uno di famiglia, metterti a disposizione quello che siamo riusciti a fare, un ambiente rustico e intimo dove puoi gustare comodamente i nostri ravioli, le carni cotte in forno a legna, i dolci.

In poche parole:

Niente fronzoli, tutta sostanza e tanta passione.

Sentirsi a casa


La Taverna Team